Telefono
+39 335 822 33 05
Email
ft.valeriobarbari@gmail.com

Contrattura schiena: sintomi, cosa fare, tempi di recupero

Contrattura schiena: cos'è?

La contrattura alla schiena è una condizione di dolore che può essere percepita a livello del rachide (insieme di strutture anatomiche della schiena) dovuta a una situazione di contrattura muscolare secondaria a movimenti bruschi o ripetuti, a movimenti eseguiti con sovraccarichi o a posture mantenute a lungo senza movimento. La contrattura alla schiena, quando è di natura muscolare - nella maggior parte dei casi - altro non è che una condizione clinica nella quale i muscoli posteriori della schiena, a livello cervicale, dorsale o lombare, mantengono uno stato di spasmo muscolare persistente nel tempo che genera sintomi sia a riposo (più raro) o al movimento.

 

https://bit.ly/3ulBmxB

Clicca il link, seguimi e riprendi la lettura dell'articolo!

 

Taltolta, la contrattura alla schiena in seguito a movimenti bruschi potrebbe essere così intensa da bloccare completamente, o quasi, o movimenti del tronco in tutte le direzioni. In linea generale, il movimento più limitato in caso contrattura alla schiena è quello della flessione anteriore del tronco, ovvero del movimento di piegamento in avanti del busto, secondaria a una contrattura importante in zona lombare che, come vedremo nel corso dell'articolo, rappresenta la zona più comunemente soggetta a questo disturbo.

 

Se cerchi un fisioterapista a Rimini o siamo troppo distanti e hai bisogno di una consulenza online, contattami al link in fondo all'articolo! Buona lettura!

 

Contrattura alla schiena: sintomi

sintomi della contrattura alla schiena, purtroppo, non sono così semplici da distinguere da dolori di natura articolare come potrebbero essere quelli secondari a discopatia L4 L5 discopatia L5 S1, ma sono ben diversi dai sintomi conseguenti alla sciatica. Anche in caso di discopatia L4 L5 o L5 S1, infatti, è possibile che si generi, secondariamente e in risposta al dolore, una contrattura muscolare alla schiena che impedisce i movimenti e crea i sintomi che abbiamo discusso negli articoli precedenti dedicati alle discopatie. Al contrario, in caso di sciatica i sintomi saranno più intensi alla gamba e meno intensi nella zona lombare (nel caso specifico della contrattura alla schiena bassa) e pertanto sarà più facile escluderla.

In linea generale, i sintomi della contrattura alla schiena sono:

  • dolore diffuso o localizzato a seconda dell'estensione della contrattura;
  • rigidità muscolare e tensione muscolare;
  • possibile formicolio o dolore più esteso a causa del fatto che il muscolo può riferire anche dolore a distanza;
  • difficoltà nei movimenti del dorso, del collo o della schiena (del busto) a seconda della localizzazione della contrattura;
  • assenza di dolore a riposo;
  • assenza di dolore di notte;
  • peggioramento dei sintomi con i movimenti, specialmente se bruschi e rapidi.

 

Contrattura alla schiena: tipologie

Le tipologie di contrattura alla schiena sono sostanzialmente 3 perché 3 sono le zone dove è più probabile avere tale contrattura, ovvero:

  • contrattura alla schiena cervicale;
  • contrattura alla schiena dorsale alta;
  • contrattura alla schiena lombare bassa.

Tra le diverse tipologie di contrattura alla schiena, tuttavia, è bene sapere che non ci sono differenze dal punto di vista patologico. Questo disturbo, infatti, quando interessa - per definizione - unicamente il tessuto muscolare, non sarà diverso a seconda della zona dal momento che non vengono coinvolti altri tessuti. Il ragionamento, ovviamente, cambierà nel caso la contrattura alla schiena si presenti insieme ad altri segni e sintomi indicativi di altre patologie del rachide.

 

Scopri di più su come lavoro e sulle mie specializzazioni!

 

Contrattura schiena alta

La contrattura nella schiena alta, e più nello specifico nella zona cervicale o della giunzione cervico-dorsale (la zona anatomica compresa tra il collo e le scapola) è più frequentemente scatenata da movimenti bruschi delle braccia o del collo, in particolare in rotazione o torsione o estensione (movimento della testa indietro) del collo. Quando è causata, invece, dai movimenti delle braccia, è più probabile si verifichi come conseguenza di movimenti di estensione di spalla, movimento per cui l'omero, osso del braccio, viene portato indietro. Alcuni di questi movimenti possono essere, ad esempio, gli esercizi eseguiti in palestra con sovraccarichi per la zona dorsale, come i row.

I sintomi più comuni della contrattura nella schiena alta sono dolore e rigidità alla base del collo, nella zona compresa tra le scapole e difficoltà di movimento delle braccia in elevazione, estensione e, in particolar modo, di rotazione o estensione del collo.

 

Contrattura schiena bassa

La contrattura nella schiena bassa, e più nello specifico nella zona lombare o lombo-sacrale è più frequentemente scatenata da movimenti bruschi del busto, in particolar modo quelli di flessione anteriore del tronco o, molto frequentemente, di ritorno dalla posizione flessa a quella di estensione o posizione neutra (come il movimento di ritorno quando viene sollevato un oggetto da terra, un carico importante dal suolo o viene eseguito il movimento senza sovraccarichi ma in modo rapido e veloce).

I sintomi più comuni della contrattura nella schiena bassa sono dolore e rigidità nella zona lombare (lombalgia), difficoltà nel mantenimento della posizione eretta o seduta, difficoltà nei movimenti della schiena (che può manifestarsi in qualunque movimento) e difficoltà in attività lavorative, sportive o ricreative che prevedono movimenti della schiena. Tra i movimenti più dolorosi, in caso di contrattura nella schiena bassa, solitamente quello di flessione anteriore del tronco o di estensione (inarcamento della schiena indietro) sono i più problematici.

 

Segui la mia pagina Instagram @valeriobarbari per tutti gli esercizi!

 

Contrattura schiena dorsale

La contrattura nella schiena dorsale è causata, come quella nella zona cervicale o cervico-dorsale, da movimenti bruschi o repentini di collo o braccia. La presentazione clinica è molto simili e ciò che cambia è unicamente la localizzazione dei sintomi che, in caso di contrattura dorsale sarà leggemente più "bassa" rispetto a quella cervicale.

 

Contrattura schiena e respiro

La contrattura alla schiena quando respiro è molto comune, seppur meno frequente della contrattura dorsale. Normalmente, la contrattura alla schiena che peggiora con la respirazione è molto disabilitante, in quando il respiro certamente non può essere interrotto, e costringe talvolta i pazienti ad assumere delle posizioni di flessione ("gobbi") per trarre un minimo di sollievo. Dal punto di vista patologico non cambia nulla rispetto alla contrattura dorsale trattata nelle righe precedenti: la differenza sarà solo ed esclusivamente il dolore durante la respirazione. L'unica eccezione è quella della contrattura alla schiena secondaria a traumi più importanti e non solo secondaria a movimenti bruschi o energici. In questo caso, infatti, i sintomi potrebbero essere conseguenti a una frattura costale che non deve essere sottovalutata.

 

Contrattura schiena: tempi di recupero

tempi di recupero di una contrattura alla schiena dorsale, lombare o cervicale variano a seconda del paziente, dello stile di vita e dello stato di attività fisica o sedentarietà. La caratteristica comune a queste tre localizzazione è la rapida riduzione dei sintomi dalla fase acuta: solitamente, infatti, l'esordio è molto intenso nei primi giorni ma tende a ridursi, anche se minimamente nell'arco di una o due settimane anche spontaneamente. Purtroppo, però, la contrattura alla schiena cervicale e lombare tendono a persistere nel tempo se non adeguatamente trattate dal fisioterapista specializzato. Per questo motivo, già dalla fase acuta, è di vitale importanza affidarsi a un professionista sanitario laureato e iscritto all'albo, come il fisioterapista specializzato in ambito muscoloscheletrico per una corretta valutazione - per escludere altre cause di contrattura alla schiena - e intraprendere il corretto percorso riabilitativo.

 

 

Potrebbero interessarti anche:

 

 

Vuoi prenotare subito una visita in studio?

Contattami direttamente su Whatsapp!